Menu Chiudi

confini e dittature

I confini attuali delle nazioni sono un po’ come le dittature:

(da wikipedia): La dittatura è una forma autoritaria di governo che, nella sua accezione moderna, accentra il potere in un solo organo, se non addirittura nelle mani del solo dittatore, non limitato da leggi, costituzioni, o altri fattori politici e sociali interni allo Stato.

In senso lato, dittatura ha quindi il significato di predominio assoluto e perlopiù incontrastabile di un individuo (o di un ristretto gruppo di persone) che detiene un potere imposto con la forza. In questo senso la dittatura coincide spesso con l’autoritarismo e con il totalitarismo. Sua caratteristica è anche la negazione della libertà di espressione e di stampa. La dittatura è considerata l’opposto della democrazia.

La repubblica invece viene intesa come l’opposto della dittatura e trova la differenza più significativa nella:

(da wikipedia): Nel corso dei secoli, la “Repubblica” si è andata sempre più caratterizzando come sistema a carattere prettamente democratico, come sistema istituzionale in cui i vertici dello Stato non vengono scelti per via ereditaria.

Quindi nelle dittature si usa la forza o la trasmissione ereditaria per conservare il potere, invece nella repubblica abbiamo le votazioni.

I confini attuali delle nostre nazioni sono appunto delle dittature, per avere confini repubblicani dovremmo votare di volta in volta e fare scegliere al popolo (alla maggioranza del popolo) che confini avere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.